"L'AREZZO NON MUORE" E L'ACF SI GUADAGNA UNA PARETE AL MUSEO AMARANTO

Museo Amaranto

AREZZO- Si classifica terza la squadra dell'Arezzo Calcio Femminile nel quadrangolare “L’Arezzo non muore”, ultimo episodio di una campagna che da febbraio, grazie all’impegno di Orgoglio Amaranto, si è fatta promotrice di una serie di azzeccate iniziative a sostegno del Cavallino. E visto che è proprio di calcio che si parla, cos’altro fare se non raccogliere fondi con un torneo calcistico?

Ideato e patrocinato dal consiglio comunale ed organizzato da Orgoglio Amaranto in collaborazione con l’Arezzo Calcio Femminile e i giornalisti aretini, lo scorso 20 maggio, il quadrangolare ha infatti visto giocare tra le mura del Comunale, fatta eccezione per le ragazze di mister Lorenzini, tutte formazioni che il calcio lo vivono di riflesso. Oltre alle “citte amaranto”, protagonisti della manifestazione sono infatti stati Orgoglio Amaranto, la squadra del consiglio comunale e il team The Giornalisti. 

Sorteggiati dall’assessore allo sport Tiziana Nisini, gli abbinamenti delle due semifinali hanno decretato la sfida tra consiglieri e giornalisti (prontamente vinta dai secondi) e un primo round tra la formazione di Orgoglio Amaranto e Arezzo Calcio Femminile, sulla quale tifosi, ultras e vecchie glorie amaranto hanno avuto la meglio. Un risultato che ha portato le ragazze di Mister Lorenzini (sceso in campo con la maglia numero 20 insieme al preparatore dei portieri Mirko Maioli) ha riscattarsi contro la rappresentativa comunale, e Orgoglio Amaranto a vincere l'intero torneo approfittando di un'autorete dei giornalisti. “

"Anche il calcio femminile quest’anno si è avvicinato all’Arezzo maschile e a tutta la cittadinanza aretina che, domenica dopo domenica, ha garantito un gran seguito alle ragazze- spiega la presidente Tavanti.- Siamo una grande famiglia, portiamo in giro per l’Italia la passione per la stessa maglia ed è arrivato il momento di farci sentire”.

Oltre al quadrangolare alle calciatrici aretine si è prospettata anche un'altra sorpresa. L'apertura in anteprima di un allestimento preliminare del Museo Amaranto (nato grazie alla passione di Stefano Turchi, Pino Pellicanò, Stefano Butti e Menchino Neri, oltre che del presidente onorario Giorgio Peruggia) ha svelato un'intera parete dedicata alle autrici di un'impresa davvero importante: sette pannelli fotografici in forex che presentano al meglio la società di Chiara Tavanti e Massimo Tucci, ripercorrendo i momenti più emozionanti dell'accesso alla serie B a girone unico.