MANITA ALLA NOVESE E FESTA ALL'OLMOPONTE

ACF Arezzo al Comunale

AREZZO- Bandiere, cori e striscioni. La giornata di domenica 6 maggio per l’Arezzo Calcio Femminile è stata prima di tutto una grande festa. Un tripudio di allegria e colori per un risultato che ha superato ogni aspettativa.

Partenza alle 15 con la partita Arezzo-Novese che ha visto le ragazze di mister Lorenzini protagoniste al Comunale grazie alle reti del tridente d'attacco amaranto: Carta, Razzolini e Di Fiore, autrice di una tripletta da standing ovation. La presenza e il calore della cittadinanza non si sono fatti attendere: la tribuna è ben presto diventata piena di tifosi e sostenitori, pronti a tutto pur di applaudire le proprie guerriere che, come nei migliori rituali sportivi, hanno fatto il proprio ingresso in campo accompagnate da bambini e bambine delle scuole calcio e dei settori giovanili aretini.

E dopo la partita dal “Città di Arezzo” ha sfilato un corteo di auto e clacson per le strade della città: una carovana esultante che si è fermata soltanto all’Olmoponte per la festa vera e propria.

L’Olmoponte è stato teatro di tutte le emozioni più belle di questa annata da incorniciare- dichiara la presidente Tavanti.- E qui abbiamo organizzato una festa con tutti i crismi per acclamare le eroine che ci hanno regalato questa salvezza al gusto di promozione. Giocare allo stadio è stato per le ragazze un premio formidabile Portando la bandiera amaranto in giro per l’Italia, la prima squadra ha espresso il proprio valore tagliando un traguardo di non poco conto e proiettando la nostra città tra le fila del calcio che conta. Aver disputato una partita come quella contro la Novese tra le mura amiche del Comunale è stato per le ragazze un grande stimolo e, pur avendo il podio già in tasca, ce l'hanno messa tutta per regalare al pubblico uno spettacolo sportivo di alto livello”.